- Le " vittime dimenticate " del regime nazista -

Modulo di abiura

Ai testimoni di Geova rinchiusi nelle prigioni e nei campi di concentramento fu data la opportunità di essere liberati dopo aver firmato il seguente documento nel quale si rinnegavano le loro credenze e veniva indicata la loro volontà di diventare soldati dell'esercito.
La maggior parte di loro non cedettero nonostante fossero percossi e torturati anche fino alla morte.

Lavoratori forzati in un campo di concentramento nazista. Fu in questi luoghi che fu proposto ai testimoni di firmare questa dichiarazione di abiuro.


Campo di concentramento........................           ...............,lì................

Dichiarazione

Riconosco che l’Unione Internazionale dei Testimoni di Geova diffonde una dottrina eretica e che, con il pretesto di attività religiose, persegue fini sovversivi.
Per questa ragione mi sono staccato totalmente da questa organizzazione e mi sono liberato anche interiormente di questa setta.
Con la presente dichiarazione assicuro che non parteciperò mai più alle attività dell’Unione Internazionale dei Testimoni di Geova. Denuncerò immediatamente chiunque tenti di convertirmi alla dottrina eretica dei Testimoni di Geova o chi, in un modo o nell’altro, si dia a riconoscere come un adepto di questa setta. Consegnerò immediatamente al più vicino posto di polizia ogni pubblicazione che mi venisse dai Testimoni di Geova.
In futuro intendo osservare le leggi dello Stato, difendere con le armi la mia patria in caso di guerra e integrarmi completamente nella comunità nazionale.
Mi è stato comunicato che, se agirò contrariamente a quanto espresso nella seguente dichiarazione, verrò rimesso in custodia protettiva.
     



.......................................
(firmato) 

          
(Traduzione a cura del KZ-Gedenkstatte Dachau)    

Visualizza la dichiarazione tradotta in inglese (Museo dell' Olocausto di Washington)

Torna all'indice dei documenti.


Copyright ©2001 by Redazione Triangolo Viola . Tutti i diritti riservati.
Se riscontri errori
contattaci via e-mail. Ultimo aggiornamento pagina: 06/09/2003 .