Triangolo Viola - Il sito

Museo Storico Liberazione 1943-1945 Lucca
Mostra permanente che sintetizza lo sterminio
 nazista dei Testimoni di Geova

Presso il Museo Storico della liberazione (1943-1945) 
Palazzo Giunigi
Via S. Andrea 43
Lucca
 
 Orario e giorni in cui è possibile visitare il Museo:
 
MERCOLEDI'                dalle ore 15.00    alle ore   18.00
SABATO                      dalle ore 15.00    alle ore    18.00
OGNI TERZA DOMENICA DEL MESE   dalle ore 10.00    alle ore 18.00

Altri giorni a richiesta. Ingresso gratuito. Consigliamo comunque di telefonare . 

Per informazioni Tel. 0583-342010 - 0583 - 490294 (Privato).

 

Altre informazioni sul museo vedi http://www.cribecu.sns.it/lucca/ITA/MUS/MUS_S0020/

Leggi anche l'articolo che segue sul museo di Lucca.


La memoria dei testimoni di Geova
La nazione 27 luglio 2002
ediz. Lucca / Viareggio

 Fonte http://lanazione.quotidiano.net/chan/6/9:3556942:/2002/07/27

La memoria dei Testimoni di Geova
 
LUCCA — In una serie di pannelli esposti al museo della Liberazione c'è il ricordo della persecuzione nazista contro i testimoni di Geova. Generalmente, quando si pensa ai campi di concentramento viene subito in mente l'eliminazione sistematica degli ebrei, messa in atto dalla burocrazia dello sterminio nazista.
Pochi sanno che quella dei testimoni di Geova fu la prima associazione religiosa ad essere proscritta in Germania già nella primavera del 1933. Poco più di 20.000 in questa nazione nel 1933, i testimoni furono immediatamente presi di mira dai nazisti per il loro rifiuto di sostenere quell'ideologia imperniata sull'odio. Quasi 10.000 testimoni tedeschi finirono nelle prigioni o nei campi nazisti, dove 2.000 di loro trovarono la morte.
Fatto interessante è che i membri di questa confessione religiosa, perseguitati in quanto tali e non per motivi razziali, erano gli unici internati ad avere la possibilità di salvarsi; infatti, per uscire dai campi di concentramento ai Testimoni sarebbe stato sufficiente firmare un modulo d'abiura, appropriatamente predisposto dalle autorità naziste.
Sin dall'inizio i testimoni di Geova denunciarono al mondo, attraverso i propri periodici, quanto stava accadendo in Europa sotto il nazismo. Nella rivista l'Età d'Oro comparvero addirittura gli schemi dei campi di concentramento. Questi documenti costituiscono certamente un supporto non trascurabile contro le ipotesi negazioniste.
Il Museo Storico della Liberazione, ospitato nel Palazzo Guinigi, in Via S.Andrea 43, ha aggiunto da circa un anno la documentazione relativa a questo gruppo religioso, ampliando così ulteriormente il già vasto archivio fotografico e cartaceo riguardante la persecuzione nazista. I pannelli in mostra al museo lucchese, con l'aggiunta di quelli relativi ai testimoni di Geova, forniscono l'inequivocabile prova che i primi a patire del regime nazista furono proprio i tedeschi. Con i simboli venivano identificati i prigionieri nei campi di concentramento. Il triangolo viola distingueva i testimoni di Geova

Torna all'indice degli eventi


Copyright ©2001 by Redazione Triangolo Viola . Tutti i diritti riservati.
Se riscontri errori
contattaci via e-mail. Ultimo aggiornamento pagina: 07/11/2002 .